Rialzo del seno mascellare – sinus lift

Quando si perdono i denti proprio in prossimità di questo seno, si verifica una riduzione contemporanea e inarrestabile dello spessore osseo che delimita il seno mascellare.
Ciò rende complicata l’applicazione degli impianti protesici; è proprio in questi casi che s’interviene con le innovative tecniche ricostruttive di rialzo del seno mascellare. In questo modo si eviterà un’atrofia mascellare permanente e altri danni da essa derivanti. Le applicazioni possono peraltro interessare un intervento di grande rialzo del seno mascellare, decisamente più invasivo, o di piccolo rialzo che si occupa di sollevare il pavimento mascellare di pochi millimetri.

Con la procedura del rialzo del seno mascellare si aggiunge l’osso alla cavità nasale sopra la mascella superiore. Solitamente questa procedura si esegue contemporaneamente all’inserimento dell’impianto, se c’è almeno un po’ d’osso. A volte la mancanza dell’osso è tale che, tra la procedura del rialzo del seno mascellare e l’inserimento dell’impianto devono passare tra 6 e 8 mesi.

Il costo di mini rialzo del seno mascellare è di 730 kn, mentre del quello grande 8.050 kn.
Se c’è bisogno di questo intervento, potete saperlo subito dopo aver fatto la lastra panoramica e l’esame iniziale come anche per la rigenerazione ossea ma per ottenere un’ulteriore conferma si fa la TAC 3D.

Aumento osseo

Se il volume osseo del paziente non è sufficiente, è comunque possibile ricorrere all’implantologia con l’aiuto di un trattamento di aumento osseo, una tecnica attualmente impiegata per incrementare il volume dell’osso mascellare trapiantando un osso autologo o artificiale sul sito del difetto osseo.

Scopri di piu`

Gengivectomia

La gengivectomia consiste nell’asportazione chirurgica di una parte della gengiva. Più precisamente viene asportata quella parte della tasca gengivale comunemente conosciuta come parete molle. Serve a favorire il processo di guarigione di un eventuale stato infiammatorio, facendo spazio alla creazione di una nuova porzione di tessuto epiteliale che permetta alla gengiva di riattaccarsi sul dente.

Scopri di piu`

Vestiboloplastica

Vestiboloplastica è una procedura chirurgica dello spazio tra le labbra e la guancia da un lato e i denti e le gengive dall’altro (denominato vestibolo orale)..

Scopri di piu`

Abbiamo soluzioni appropriate per tuoi problemi dentali.

Prima visita gratuita include consultazioni con dentista, ortopantomografia (2D RTG), piano cure con preventivo garantito*.

Abbiamo soluzioni appropriate per tuoi problemi dentali.

Prima visita gratuita include consultazioni con dentista, ortopantomografia (2D RTG), piano cure con preventivo garantito*.

Curettage

Curettage – rimozione del tessuto infiammato dalla tasca parodontale senza tagliare la gengiva..

Scopri di piu`

Estrazione

L’estrazione del dente è una procedura chirurgica tramite la quale il dente viene rimosso dall’alveolo. Il dente viene sottoposto ad estrazione nel momento in cui la sua permanenza creerebbe un danno maggiore. Il dente viene estratto solo quando necessario, se non può essere salvato o curato. Tra i pazienti, l’estrazione del dente provoca spesso paura e angoscia. 

Scopri di piu`

Granuloma

Con il termine granuloma apicale o dentale si intende la conseguenza di una patologia infettiva, che si presenta con carattere cronico e interessa la porzione apicale della radice di un dente.

Scopri di piu`

Apicectomia

L’apicectomia è la procedura chirurgica che consiste nell’asportazione dell’apice radicolare di un dente, necessaria per l’eliminazione di granulomi ed ascessi dentali. 

Scopri di piu`

La soddisfazione dei nostri pazienti è la nostra più grande gratificazione